Raroika’s Philosophy pt.2

Raroika’s Philosophy pt.2

Dopo le linee romantiche ed i colori primaverili del vestito di Philosophy proposto nella prima parte dell’editoriale questa volta abbiamo cambiato totalmente look.

Isabel Marant è una designer unica. E’ da sempre la regina di quella moda nonchalance ma colma di stile e capacità di seduzione uniche. Il giubbotto di pelle che proponiamo in questo outfit è un pezzo unico della sua SS17. La grinta del nero e della pelle incontra il casual-chic dei dettaglio caratterizzato da piccole ed eleganti borchie in metallo.

La nostra guest stylist, Raroika, era semplicemente affascinante. La pelle del giubbotto la avvolgeva lasciando esplodere tutta la grinta e l’energia del suo sguardo.

Anche per questo outfit abbiamo deciso di usare uno sfondo colorato ed una luce molto acida e vivace per esaltare il look grintoso di Raroika.

I jeans di Mr & Mrs ci sono sembrati da subito un ottimo complemento per l’outfit, dando al suo look un tono street molto contemporaneo.


Siamo pronti per continuare a conoscere la nostra Guest Stylist con la seconda della nostra intervista:

V: Isabel Marant. Massima esponente di un espressione artistica che partendo da una filosofia “je ne sais quoi” riesce a conquistare tutti con il suo carisma ed il suo profondo senso di stile. La sua SS17 ha colpito i nostri occhi con splendidi abiti floreali d’ispirazione Liberty ma il giubbotto di pelle che proponiamo nel tuo outfit è molto lontano da questo stile eppure ugualmente splendido. Quanto pensi sia importante per un designer riuscire a realizzare prodotti di questo tipo in grado di rompere il fil-rouge della collezione? Possiamo dire che approcci troppo mono-tematici appartengono ad un fashion-universe ormai lontano?

R: Sicuramente. la capacità di stupire e meravigliare è una componente fondamentale soprattutto nel Fashion Universe. Soprattutto in fase di presentazione delle collezioni. La prima impressione è la più importante e determina la buona riuscita di una campagna.

V: Siamo in piena MFW - Milan Fashion Week. Hai avuto modo di seguire qualche collezione specifica? C’è qualche designer in particolare che ti ha stupito con la sua proposta per la FW17?

R: Ho amato la proposta di Bottega Veneta. Ha uno stile molto formale ma comunque molto molto femminile. La sua proposta incarna alla perfezione un lusso che si rinnova di stagione in stagione restando però sempre fedele a se stessa. La nuova collezione è puro glamour raffinato ispirato con naturalezza dalle silhouette degli anni 40. Bottega Veneta è da sempre maestra nel creare uno stile oltre che il semplice “fare vestiti”.

V: Abbiamo già parlato la scorsa volta delle tue origini polacche. L’Est Europa storicamente è sempre stato lasciato “indietro” come possibilità economiche, sociali e culturali rispetto a potenze europee più centrali e progredite. Se negli anni precedenti sembravano zone e culture che la moda più centrica aveva abbandonato a se stesse, al giorno d’oggi sono fonte di ispirazione importante per molti designer che sembrano alla ricerca di un vero e proprio iper-realismo nelle loro collezioni.

Proprio Gosha ha addirittura sdoganato l’invasione Gopnik nel Fashion Universe, questa nuova corrente generazione che ha il look e lo stile degli hooligan dell’est europa. I modelli hanno visi scavati e sguardi vissuti. Sono simboli eclatanti di un nuovo modo di intendere la moda. I capi sono finalmente strumenti di messaggio sociale. Quanto pensi che sia importante il ruolo della moda e dell’espressione artistica in generale come strumento di denuncia sociale?

R: Al giorno d’oggi sicuramente il modo di vestire è più libero come anche il pensiero. Siamo liberi di indossare una varietà infinita di vestiti, anche quelli più stravaganti. Ci piace essere strani, diversi, speciali ed unici. Ma sai cosa? Forse i tempi moderni ci permettono di cambiare l’idea e la percezione di “noi stessi” più repentinamente di quanto crediamo. La moda ci da gli strumenti per esprimere al meglio ed in modo diretto al nostra identità.

V: Abbiamo iniziato a parlare nella scorsa parte dell’intervista del tuo nuovo progetto, RaroikaTv, un canale Youtube tutto tuo. A giudicare dal tipo di contenuti mi sembra che tu sia alla ricerca di un ulteriore forma di espressione del tuo stile e gusto. Cosa ne pensi in generale del fenomeno Youtube e di quanto siano importanti i nuovi media nella diffusione dei fashion-trends?

R: Fondamentali direi. Youtube è uno strumento importantissimo ma sono sicura che possa dare ancora molto in temi di contenuti. Ci ho pensato molto ed ho deciso di aprire un canale tutto mio, RaroikaTV. Si tratta di creare un vlog stile travel-fashion. Vorrei unire le mie grandi passioni, moda e viaggi, e raccontarle con contenuti unici e con il mio stile personale. Sono molto contenta dei primi feedback che ho avuto e non vedo l’ora di caricare i prossimi contenuti.

Finisce qui anche la seconda parte dell’intervista con Raroika!

Se volete seguire Raroika con i suoi contenuti video unici potete seguirla sempre su RaroikaTV.

L’appuntamento con la nostra guest stylist è per la terza parte in cui presenteremo un vestito di Chloè che dire meraviglioso è dir poco.

Vi aspettiamo!


Posted in: Collabs